L’analisi dei competitor: perché e come individuare le strutture concorrenti.

pista da corsa dove i concorrenti gareggiano, come fanno hotel e strutture ricettive

Probabilmente, se si gestisce una struttura ricettiva alberghiera o extralberghiera, sarà capitato di chiedersi se fosse opportuno e utile investire tempo ed energie per fare un’analisi dei competitors e individuare i propri concorrenti o se fosse, invece, più saggio concentrare l’attenzione unicamente sulla propria struttura senza farsi distrarre da “quello che fanno gli altri”.

Perché fare un’analisi dei competitors di un hotel o di struttura extralberghiera

La prima cosa da chiedersi è perché fare un’analisi dei competitors e individuare i propri competitor?

La risposta è molto semplice: la propria struttura opera in un mercato ed è inevitabilmente influenzata da quanto in esso costantemente avviene.

Dal momento che non si è soli in questo vasto e ostico mercato in cui si opera, non si può assolutamente prescindere dal tenere in considerazione gli altri operatori, che ovviamente non potranno che influire anche sulla propria struttura.

È importante perciò conoscerli e individuare quelli tra loro con i quali è utile confrontarci. 

La pratica del Benchmarking

Quando si ricercano i propri competitors, non si deve, ovviamente, cadere nell’equivoco di considerare questa attività come finalizzata a basare la propria strategia esclusivamente su quella degli altri.

Il fine è molto diverso, infatti, ed è fare cosiddetto Benchmarking ovvero applicare una metodologia finalizzata a compararsi con gli altri per un obiettivo ben preciso.

Appurato che è importante individuare i propri competitor, il primo step del Benchmarking è quello in cui si cerca di definire innanzitutto chi è il proprio potenziale competitor. 

Il proprio competitor è qualsiasi altra struttura in cui un cliente può imbattersi lungo il percorso finalizzato alla ricerca e alla prenotazione e che può rappresentare una scelta alternativa alla propria struttura ricettiva alberghiera ed extralberghiera.

Partendo da questa definizione, si cerca, quindi, di passare alla pratica e capire come fare un’analisi dei competitor.

Si continua a fare riferimento senza dubbio ad alcuni criteri classici e tradizionali, caratterizzati da un elemento di staticità, quali la posizione, i servizi, la classificazione/tipologia, le dimensioni, il prezzo, che potranno sicuramente esserci utili come punto di partenza per una prima selezione. 

L’analisi dei competitors Online

Quando si parte dalla definizione di competitor data poco sopra, allora si deve necessariamente tenere presente che il percorso che porta il cliente alla prenotazione si svolge oggi per la quasi totalità online

Di conseguenza per la nostra analisi dei competitors si devono prendere in considerazione dei criteri innovativi che tengano conto di questo elemento e che possono essere indicati come dinamici, dal momento che sono caratterizzati dal fatto di variare nel tempo. 

Quella che si deve fare è, quindi, un’analisi dei competitors online.

Un criterio da prendere in considerazione è sicuramente la brand reputation.

Questa si costruisce offline, con il lavoro quotidiano in struttura, ma si sa che il web poi distribuisce, amplifica e rende accessibili a tutti le opinioni, i feedback, i giudizi

Si deve pertanto fare un’attenta analisi della reputazione online dei possibili competitor, soffermandosi sulle recensioni da un punto di vista qualitativo (il punteggio), quantitativo (il numero di recensioni, da mettere sempre in relazione al numero di camere e al tempo di presenza online) e semantico (il contenuto, fonte di tante preziose informazioni su punti di forza e debolezza).

L’intento di un host o albergatore sarà individuare dei competitor che abbiano una reputazione simile a quella della propria struttura o a quella che ci si prefigge di raggiungere come obiettivo. 

Un altro punto da tenere presente è la visibilità.

Questa è chiaramente qualcosa che è sempre esistita tuttavia oggi si deve analizzarla spostandosi dal contesto fisico a quello virtuale, poiché tale è il luogo dove il potenziale cliente può trovare una struttura (o no). 

Le domande da porsi quando si fa l’analisi dei competitors online

“Il potenziale cliente che cerca sul web una struttura nella mia stessa zona o con le mie stesse caratteristiche, la trova? “

Fatto questo si devono analizzare tutte le altre informazioni che si possono trovare e che possono essere utili, ovvero dove il cliente trova quella struttura, come, vicino a cosa.

Gli aspetti da tenere in considerazione sono numerosi. Si deve analizzare il posizionamento sui motori di ricerca (serp di Google, google maps), sulle OTA, sui metamotori, sui portali di recensioni ( tenendo conto di ranking e punteggio, ma anche dei filtriutilizzati per le ricerche) per verificare di quale visibilità godono ipotenziali competitor. 

Se si scopre che una struttura non è visibile come la propria struttura, si deve considerare che potrebbe non essere un competitor, dal momento che il potenziale ospite non lo vedrà!

Le strategie di Marketing nell’analisi dei competitors Online

Un aspetto importante è rappresentato anche dalle strategie di marketing.

L’analisi delle strategie di marketing utilizzate o meno dai propri competitor può dare informazioni importanti su di loro.

Ci si deve quindi chiedere che strumenti usa il potenziale competitor per farsi “vedere” e come comunica con i possibili clienti, se si presenta come la struttura gestita o se lui è migliore e più visibile.

I principali strumenti a disposizione delle strutture sono Google Adwords, le campagne pubblicitarie sui metamotori, l’attività di Remarketing, l’attività SEO. È su questi aspetti quindi che ci si deve concentrare per una corretta analisi online.

Tutti questi fattori si possono riassumere con la parola performance.  

Il fatto di aver spostato la propria analisi nel contesto online e di aver preso di conseguenza in considerazione dei parametri caratterizzati da un forte elemento di dinamicità, impone un approccio completamente diverso rispetto al passato, portando chi fa questa analisi a considerare il concetto di performance tanto quanto quello classico delle caratteristiche di una struttura. 

Si può pertanto affermare che il proprio competitor non sarà solo chi ha caratteristiche simili alla propria struttura ricettiva bensì sarà chi presenta anche performance simili alla propria struttura ricettiva alberghiera o extralberghiera.

Stai per avviare una struttura ricettiva e vorresti condurre un’analisi dei competitors online e offline? Contattaci, possiamo aiutarti a fare la ricerca in modo efficiente.

    Condividi questo articolo

    Condividi su facebook
    Condividi su linkedin
    Condividi su whatsapp
    Condividi su twitter
    Condividi su email

    Leggi anche:

    revenue management case study
    Revenue Management

    Revenue Management Hotel: Case Study

    Il caso studio di una struttura alberghiera stagionale che si è fidata di ExtraPro360 e ha deciso di adottare la strategia integrata di revenue management e digital marketing turistico proposta.

    Un team di esperti e una strategia integrata. what else?

    Per rimanere sempre aggiornato, iscriviti alla Newsletter

    small_c_popup.png

    Parliamone insieme 😉

    Scopri come abbiamo aiutato tanti Operatori